Tag Archives: metal

NANOWAR: Into The Gay Pride Ride

2 Ott

Ritornano i metallari trasteverini, paladini del rock demenziale più hard, con un secondo album impeccabile, sia dal punto di vista dell’ironia sia per quanto riguarda la tecnica. Avevo già parlato del loro primo lavoro in questo articolo. Into The Gay Pride Ride si apre con omaggio ai Dream Theater da piegarsi dalle risate. Ma è solo una freddura per alleggerire l’atmosfera, perchè subito dopo mettono in mostra tutta la loro abilità tecnica col brano Nanowar. E l’album scivola via sempre su alti livelli… e se poi fate attenzioni ai testi, c’è da pisciarsi addosso dalle risate!

Anche questo album è, come il precedente, scaricabile gratuitamente dalla piattaforma Jamendo. La scelta della band di pubblicare sotto Creative Commons non può che farceli apprezzare di più.

INTO THE GAY PRIDE RIDE

1. Metropolis Part 3 – The legacy 0:09
2. Nanowar 4:04
3. Stormlord of power 2:50
4. Nanowarrior’s Prayer 1:36
5. Blood of the Queens 7:41
6. DJ Fernanduzzo 0:48
7. Odino & Valhalla 5:48
8. Radio Grafia II 0:56
9. Surprise Love 6:33
10. The Forest of Magnaccions 2:45
11. 1 Vs. 100 1:17
12. Look at Two Reels 4:10
13. Lamento Erotico 5:40
14. RAP-sody 1:52
15. Karkagnor’s Song – The Hobbit 6:28
16. Karkagnor’s Song – In The Forest 0:10

Line Up

Uinona Raider – Drums
Mohammed Abdul – Guitars, Choirs
Potowotominimak – Vocals, Orals
Gatto Panceri 666 – Bass, Choirs
Mister Baffo – Vocals, Stage Dance

Scaricalo qui: http://www.jamendo.com/it/album/75948

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Like This!

IRON MAIDEN: The Final Frontier

20 Ago

Erano almeno dieci anni che non ascoltavo i vecchi e mitici Iron, e più di venti ne sono passati dall’ultimo album che ha preso posto nella mia personale discografia. Era il 1988 quando uscì Seventh Son of the Seventh Son, un concept raffinato che ha chiuso un’epoca. Da allora la vergine di ferro ha sfornato diversi lavori più o meno mediocri, sopravvivendo per due decadi grazie a un numero sempre crescente di fan.

Ammetto di essermi subito incuriosito quando ho sbirciato la tracklist di questo nuovo disco, The Final Frontier, piena di titoli evocativi come “The Talisman”, “Isle of Avalon” oppure “The Alchimist e con almeno quattro cavalcate lunghe 9-10 minuti. Gli ho dato una chance e devo dire che mi sono divertito molto ad ascoltarlo. Mi ha trasportato indietro nel tempo, quando da adolescente sparavo a tutto volume “The Rime of the Ancient Mariner”, ma mi ha anche regalato qualcosa di nuovo. Tutto sommato si tratta di un buon lavoro, pieno di riff taglienti più o meno nuovi, begli assoli e tanta epicità. Insomma, dopo più di 40 anni di carriera gli Iron Maiden confermano di essere i soli e grandi maestri dell’Heavy Metal.

THE FINAL FRONTIER
Studio Album, released in 2010

Songs / Tracks Listing

1. Satellite 15…. The Final Frontier (8:40)
2. El Dorado (6:49)
3. Mother Of Mercy (5:20)
4. Coming Home (5:52)
5. The Alchemist (4:29)
6. Isle Of Avalon (9:06)
7. Starblind (7:48)
8. The Talisman (9:03)
9. The Man Who Would Be King (8:28)
10. When The Wild Wind Blows (10:59)

Total Time 76:35

Line-up

– Bruce Dickinson / vocals
– Dave Murray / guitars
– Janick Gers / guitars
– Adrian Smith / guitar
– Steve Harris / bass and backing vocals
– Nicko McBrain / drums

Scaricalo qui: http://newalbumreleases.net/?p=19032

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Like This!

ANATHEMA: We’re here because we’re here

8 Giu

Ottavo album dei fratelli Cavanagh, attesissimo se si pensa che sono passati sei anni dal precedente “A Natural Disaster”. La ricetta è più o meno sempre la stessa; atmosfera, melodia, intensità e un po’ di depressione. Gli accenti metal ci ricordono gli albori della band, ma il resto è pura emozione con reminescenze pinkfloydiane. Sicuramente non un disco per la spiaggia. Magari aspettate l’autunno…

Ascoltate qui la bellissima Dreaming Light.

Songs / Tracks Listing

1. Thin Air
2. Summernight Horizon
3. Dreaming Light
4. Everything
5. Angels Walk Among Us
6. Presence
7. A Simple Mistake
8. Get Off, Get Out
9. Universal
10. Hindsight

Line-up / Musicians

– Vincent Cavanagh / vocals, guitar
– Daniel Cavanagh / guitar, vocals, keyboards
– Jamie Cavanagh / bass
– John Douglas / drums

Leggi anche: Anathema, Live in Tivoli 2008

Diablo Swing Orchestra – The Butcher’s Ballroom

17 Nov

La leggenda della Diablo Swing Orchestra risale al sedicesimo secolo DC, o almeno così ci dice la biografia di questa interessantissima band svedese che propone la sua musica su Jamendo e perciò abbraccia la filosofia del creative commons. Potete ascoltare oppure scaricare gratuitamente legalmente il loro disco The Butcher’s Ballroom a questo link.

Indiscutibile il talento di questo gruppo che propone un metal-jazz orchestrato con influenze classiche e tanta vena gipsy. Potrebbero addirittura ricordare gli Unexpect, band canadese che con il disco “In a flash aquarium” ha attratto un sacco di attenzioni sia nel panorama progressive che in quello metal.

Ma torniamo alla leggenda. Le prime apparizioni risalgono al 1501, nella fredda e buia Svezia. Grazie al loro inusuale talento, s’ingraziarono velocemente il consenso del popolo e anche quello della nobiltà. Ma la chiesa li additò quali adoratori di Satana e fece bruciare i loro spartiti. Nel 2003 due discendenti dell’originaria formazione, ritrovandosi casualmente in un negozio di dischi, decisero di far rinascere l’Orchestra del Diavolo. Non li ci volle molto per riunire i discendenti degli altri membri.

Ed eccoli qui, con tanto di leggenda (biglietto da visita davvero singolare) e le loro affascinanti melodie. Ascoltate, scaricate e godetene tutti. Ma attenti ai preti, mi raccomando!

THE GATHERING: The West Pole

7 Mag

In uscita il nuovo lavoro dei Gathering, storica band olandese di post metal sperimentale. É il primo full leght dopo l’uscita di scena della cantante Anneke van Giersbergen. La nuova voce é della norvegese Silje Wergeland. Potete ascoltare l’intero album a questo link.

Buon ascolto!!!

CYNIC – Traced in air

22 Set

Da non farsi scappare questo ascolto. La reunion degli storici Cynic. Qui sopra un pezzo del nuovo album, incantevole, sognante, potente ed intricata; Evolutionary Sleepers.

CYNIC
Traced in air

1. Nunc Fluens (2:56)
2. The Space For This (5:46)
3. Evolutionary Sleeper (3:35)
4. Integral Birth (3:53)
5. The Unknown Guest (4:13)
6. Adam’s Murmur (3:29)
7. King Of Those Who Know (6:09)
8. Nunc Stans (4:13)

Total Time 32:54

Line-up/Musicians

– Paul Masvidal / Guitar and vocals
– Sean Reinert / Drums
– Sean Malone / Bass, Chapman Stick
– Tymon Kruidenier / Guitar and death growls

WATERSHED: Eccolo!!!

27 Apr

Scopriamo insieme l’ultimo capolavoro degli Opeth!!!

Qui sopra il video del singolo Porcelain Heart. Sotto clikkate sulle canzoni per ascoltarle.

1. Coil 3:12

2. Heir Apparent 8:43

3. The Lotus Eater 8:50

4. Burden 7:42

5. Porcelain Heart 10:05

6. Hessian Peel

7. Hex Omega 7:02

Additional tracks:

1. Derelict Herds (Åkerfeldt, Wiberg)
2. Bridge of Sighs (Robin Trower cover)
3. Den Ständiga Resan (Marie Fredriksson cover)
4. Would? (Alice in Chains cover)

Line-up/Musicians

– Mikael Åkerfeldt / vocals, guitars, production
– Fredrik Åkesson / guitars
– Martin Mendez / bass
– Martin Axenrot / drums, percussion
– Per Wiberg / keyboards
– Nathalie Lorichs / guest vocals on Coil