LA LAMA NELLA TELA

15 Dic

In bocca ho ancora il sapore dell’altra. Dolce come il miele nel momento, amaro come il fiele mentre penso a lei, il mio unico amore.
Potrei mentirle, mentire a me stesso mentire al mondo intero, ma non sarebbe mai più lo stesso. Non è un bivio, non esiste una scelta vera e propria. Esiste solo quello che è successo, in una notte alcolica d’inverno, tra le lenzuola di raso di una ragazzina incontrata per caso. E lei che mi cerca al cellulare, che impreca con le amiche perché non le rispondo ai messaggi, perché non sono dove dovrei essere.
Niente potrà mai cambiare quello che è successo. Niente e nessuno potrà cancellare questa storia, la storia di una scopata veloce, di una lussuriosa notte senza stelle.
Ho infilzato la lama nella tela del nostro quadro, ho aperto uno squarcio che non potremo mai richiudere. L’unica alternativa è rincominciare a dipingere. Un’altra tela, nuovi pennelli, un altro soggetto.
È l’inizio di un nuovo corso?
Questo dipende da lei.
Io sarò le sue tempere, se lei lo vorrà. Ancora, ancora ed ancora.
Se lei lo vorrà…

Ascoltando “A Natural Disaster” degli Anatema.
RACCONTAMI SULLE NOTE DI…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: