UNEXPECT: La band che non ti aspetti

2 Ott

É ormai passato un anno dall’uscita del loro “In a flesh aquarium“, ma il loro impatto continua a farsi sentire. Sicuramente uno degli episodi piú singolari del panorama progressivo e metal. Un intreccio di voci e melodie che sembrano sempre sul punto di strafare, ma che in realtá riescono perfettamente ad amalgamarsi.

Se questo é il futuro, allora ben venga!  La band canadese ha grosse aspirazioni, ma la tecnica c’é e le idee pure. Riuscire a mettere insieme l’impatto sonoro degli Opeth insieme alle parti vocali femminili stile Theater of Tragedy o Within Temptation, il tutto condito con delle meravigliose divagazioni acustiche e di violino non é cosa da poco.

Vi é venuta la voglia di ascoltarli? Eccoli qua.

Annunci

2 Risposte to “UNEXPECT: La band che non ti aspetti”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Diablo Swing Orchestra – The Butcher’s Ballroom « The colony of slippermen - novembre 17, 2009

    […] orchestrato con influenze classiche e tanta vena gipsy. Potrebbero addirittura ricordare gli Unexpect, band canadese che con il disco “In a flash aquarium” ha attratto un sacco di attenzioni sia […]

  2. Diablo Swing Orchestra – The Butcher’s Ballroom « I Silenti - novembre 17, 2009

    […] orchestrato con influenze classiche e tanta vena gipsy. Potrebbero addirittura ricordare gli Unexpect, band canadese che con il disco “In a flash aquarium” ha attratto un sacco di attenzioni sia […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: