L’ESTATE É FINITA

22 Set

L’estate é finita e mi piace fare un sunto delle mie personali esperienze musicali di questa calda stagione appena passata. La temperatura influenza l’ascoltatore, lo invita a melodie che sanno fare da sottofondo alla situazione. La colonna sonora della vita di ognuno di noi è fatta di momenti, di parentesi e di stagioni.
Ho ascoltato volentieri l’ultimo dei Travis (The Boy With No Name), alternandolo con sonorità più forti quali quelle dell’ultimo dei Megadeth (United Abomination). Mi sono lasciato cullare dalla voce di Tori Amos, ma il suo ultimo American Doll Posse non è certamente uno dei suoi lavori più riusciti.
Per quanto riguarda il progressive, la scena l’hanno completamente dominata le due band principali del genere, Porcupine Tree e Dream Theater. Eccellente il Fear of a Blank Planet, con i suoi “mood-swings” tipici della band inglese, ben fatto, anche se un po’ freddino, Systematic Chaos.
Da ricordare i Nightingale con White Darkness, un AOR di derivazione metal, i Twilight Singers col bellissimo EP Stitch in Time (in cui Mark Lanegan ci regala una splendida Live with me), A Time of a Day degli Anekdoten e Rapid Eye Movement dei Riverside.
Tra le delusioni, l’ultimo dei Pink Martini e Snake & Arrows dei Rush.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: