STAGNATION

11 Giu

stagnation.jpg

Parte stasera da Helsinki il “Turning on Again Tour” dei Genesis a distanza di 15 anni dalla loro ultima esperienza dal vivo. I vecchietti ce la suoneranno per tutta Europa e chiuderanno con un mega concerto al Circo Massimo a Roma il 14 luglio (evento aperto a tutti che richiemerá senz’altro mezza Italia).
Voglio dedicare questo post a una delle band che piú mi rappresenta, evocando un pezzo antico estratto da quel Trespass che ne innauguró la scalata all’olimpo del Rock. Suoni e significati si sono persi e non so bene cosa sia rimasto di quell’oggetto magico che erano i Genesis ormai quasi 40 anni fa. Ma la loro storia continua a scorrere parallelamente alla mia, e continua ad influenzarmi; come nel progetto Stagnation, cinque click inventati ieri per caso, che ho raccolto e pubblicato nella sezione Photo Gallery a destra. Sono un nuovo omaggio a questa splendida canzone, forse la piú magica del loro repertorio.
Chissá che non sia in scaletta nel loro nuovo tour?

Ho trovato un bel video amatoriale della canzone su You Tube. Guardatelo!
Stagnation Video

STAGNATION
(dall’album Trespass, 1970)

To Thomas S. Eiselberg, a very rich man, who was wise enough to spend all his fortunes in burying himself many miles beneath the ground. As the only surviving member of the human race, he inherited the whole world.

Here today the red sky tells his tale,
but the only listening eyes are mine
There is peace amongst the hills,
and the night will cover all my pride.
Blest are they who smile from bodies free,
seems to me like any other crowd
who are waiting to be saved.

Wait, there still is time for washing in the pool,
wash away the past.
Moon, my long-lost friend is smiling from above,
smiling at my tears.
Come we’ll walk the path to take us to my home,
keep outside the night.
The ice-cold knife has come to decorate the dead,
somehow.

And each will find a home,
And there will still be time,
for loving my friend
– You are there –

And I will wait for ever, beside the silent mirror
And fish for bitter minnows amongst the weeds and slimy water.

I, I…said I want to sit down
I, I…said I want to sit down.
I want a drink – I want a drink,
To take all the dust and the dirt from my throat,
I want a drink – I want a drink,
To wash out the filth that is deep in my guts,
I want a drink.

THEN LET US DRINK – THEN LET US SMILE
– THEN LET US GO.

Annunci

Una Risposta to “STAGNATION”

  1. willoworld giugno 13, 2007 a 3:46 pm #

    Questa é stata la scaletta. Non proprio esaltante, comunque….

    Behind the Lines/Duke’s End
    Turn It On Again
    No Son of Mine
    Land of Confusion
    MEDLEY: In the cage/The Cinema Show/Duke’s Travel/Afterglow
    Hold On My Heart
    Home By The Sea
    MEDLEY: FolloYou, follow me/ Firth of Fifth/I Know What I Like
    Mama
    Ripples
    Throwing It All Again
    Domino
    Drum Duet (Collins-Thomson)
    Los Endos
    MEDLEY: Tonight Tonight/Invisible Touch

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: