POTREI PARLARE VISTO CHE É NOTTE

20 Dic

sylvian.jpg

Mi piace visionare su carta le mie sensazioni sulle note delle vibrazioni, specie quelle di stasera, condotte nella maniera che solo David Sylvian conosce. Come starsene seduto in giardino ad occhi chiusi e annusare l’aria che si riempie del profumo della Magnolia, quello strano fiore che ha fatto da testimone a questo mio caro duemila. E` un profumo che stordisce anche i piu` stoici come me, ti senti disciogliere nell’aria e ti mischi con l’aroma, e sei fottuto fratello!!

Potrei ascoltare il tuo battito di cuore e pensare che non esiste cosa piu` dolce, potrei rimanere ipnotizzato oppure realmente estasiato, ma saro` comunque in catene, e guardero` il tramonto raggiungermi e bagnare la mia fronte con colori cremisi, in un giorno caldo.

Ma io continuero` ad ascoltare il battito del tuo cuore baby, perche` e` l’unica cosa che conta per me. La notte giungera` forse, un giorno, ma non mi fara` rimpiangere di aver ascoltato quel dolce suono che proveniva dal tuo petto, perche` era la cosa piu` bella. Fanculo le catene, fanculo il tramonto! Fammi sentire ancora il battito del tuo cuore, che suona cosi` dolcemente……

Allora che ne e` di stanotte. Mi sono forse dimenticato di bere? Ma forse non ne ho assolutamente bisogno. Vedi, riesco comunque a farneticare di un po’ di tutto, grazie a S. e alla sua NeraAcqua.

La vedo come un piccolo rigagnolo scuro che mi guida sulla strada bagnata, costeggiando il marciapiedi di una citta` che mi e` distante, e lentamente aggira le abitazioni per portarmi fuori dal mondo, a casa, dove ti rivedro` ancora.

La mia Blackwater e` una stella cometa che mi trascina verso il passato, che vorrei come futuro.

Caldo. Il Dobro suona sulla terrazza e il sole e` ormai rosso. La sedia a dondolo continua a cullarmi mentre Lui continua ad emettere quelle strane note con quello strumento cosi` al di fuori dal mondo…….

Eccomi per questa dolce cavalcata.

Significa note che accompagnano una stagione forte e intensa, calda e amara, l’estate maledetta ormai lontana ma inevitabilmente vicina, che bello!!

Parole senza suono che mi ricordano la follia, che poi non e` altro che un inno alla vita, alla trasformazione, al futuro.

Lasciatemi cavalcare. Lo chiedo a voi tutti che mi state davanti e mi accusate di lanciare il mio destriero nella direzione sbagliata, di non voler mai andare avanti, di ritornare sempre verso quelle montagne aride che voi avete ormai alle spalle. Ma io voglio rivedere quelle verdi querce che crescevano laggiu`, e i declivi che ci invitavano alle corse, e i ruscelli che erano freddi sotto i nostri piedi, ma noi li attraversavamo felici, perche` poi c’era sempre il fuoco. Ve lo ricordate? Poteva asciugarci ed invitarci alla notte. E` lui che cerco. Dove l’abbiamo abbandonato?

La cavalcata sta per concludersi ed io mi trovo sempre qui, troppo lontano dalle montagne e incapace addirittura di montare in sella.

Vero. E` tutto dannatamente vero!

Il nodo scorsoio ha incominciato a stringersi al collo, e quella collana che mi adornava si rivelata una temibile corda unta di un grasso rancido, per scorrere meglio al momento giusto.

Ecco che preme delicatamente sul pomo, e` una sensazione di sicurezza, mi sento quasi sollevato dal peso del mio corpo che adesso e` completamente nel potere della corda. La pelle mi puzecchia quando si incominciano a formare le prime grinze sotto il mio cappio, ma ancora l’aria mi fa compagnia. Che bello sapere di stare per incamminarmi verso la Via Dorata.

Fantasmi.

Eccoli che arrivano!

Sono sintetici nelle mie orecchie, si muovano al ritmo di una tastiera anni ottanta, ma la voce che li accompagna e` sempre quella sua.

Mi scopro morbosamente felice insieme a loro, ammiro la loro danza invitante, incomincio a muovermi insieme e subito divento anch’io uno di loro.

I fantasmi della mia vita, sono ancora con me, questa notte la spendo insieme a loro, danzeremo ancora, almeno fino all’alba.

Qualunque colore tu sia io sapro` amarti.

Qualunque Dio tu adori io ti concedero` il mio cuore.

Combatto da tempo questo nemico che e` il Pregiudizio e a volte qualcuno che mi e` caro mi delude e allora non so piu` cosa pensare. Mi perdo e mi succede spesso.

Possiedo sette pelli e un migliaio di dei, ma non sono differente dagli altri.

Posso volare io, vinco le profondita` degli oceani senza bisogno di respirare, mi vesto di fuoco nei gala` importanti, ma tutto cio` non mi rende migliore di te che sei laggiu` con la ciotola vuota in mano e mi chiedi……….

Che strano destino mi ha portato da te, mia triste canzone che vieni chiamata Wonderlust.

Sei troppo maledettamente perfetta per questa sera, per un uomo cattivo come me che non pensa altro ai capricci del sesso e alle bocche invitanti di amanti immaginarie. Io che combatto un vecchio amore, tramortito da pensieri di lussuria e dolci parole romantiche, idilli del passato che affiorano in questo sterile presente, ora che il mio amore si faceva piu` convincente, quasi definitivo. Lei coi capelli troppo neri mi si e` tuffata incontro come quando un tempo lo faceva insieme a me, nelle acque della giovinezza. Che grande trucco mi proponi mia amara vita.

Meravigliosa sensazione in un mondo pieno di bugie, io ti riconosco, amica.

Wonderlust.

Non ne dubito perche` ti riconosco.

Via, via verso il duemilauno, lanciamoci in picchiata come Goldrake.

Sara` un anno di meraviglia, di ritmi incalzanti, di vecchi e nuovi amori, di situazioni trascinanti, di serate euforiche, alcoliche, sonore, odoranti di boschi.

Sara` l’anno del momento, della svolta, della missione, della nascita e della morte.

Fate spazio all’anno delle corse in moto, dei tramonti senza fine, delle guerre combattute a salve, dei farmaci miracolosi, delle donne nuove e degli uomini di un’altra epoca.

Ecco che sta arrivano.

Benvenuto anno del Dio delle scimmie!!!

Silenzio musicale per un attimo.

Lascia che entri la felicita`!

Chiudi gli occhi e immagina il mondo come lo avevi sognato mille anni fa`.

Lascia che entri la felicita`!

Scaccia il freddo e prova a concentrarti sul fuoco che arde nel camino.

Lascia che entri la felicita`!

Guarda negli occhi la tua donna.

Lascia che entri la felicita`!

Prova ad ascoltare il flebile suono delle galassie lontane.

Lascia che entri la felicita`!

Osserva il fiume che scorre attraverso il paesaggio invernale.

Lascia che entri la felicita`!

Ascolta i battiti di tutti i cuori del mondo. Ecco che sta arrivando, falla entrare.

Un vortice di emozioni sospinge la mia imbarcazione verso il basso, all’interno di una profonda caverna che mi fagocita. Ed io mi arrendo.

E` bello annegare dopotutto. La prima cosa che avverti sono le orecchie che si tappano e improvvisamente non senti piu` le stupidaggini che ti venivano dette. Adesso e` solo la musica che ti parla. E` difficile che lei ti racconti cazzate.

Sono anche al buio, ma una piccola candela mi rischiara la punta del naso e questo mi basta. Non sto affatto male, e poi e` caldo qua dentro. C’e` un profumo di acqua di montagna, la purezza m’invade le narici depurandomi dentro. Procedo con un’andatura dondolante, quasi come se fossi cullato da questo strano evento senza possibilita` di evasione. Sono sicuro che tutto proceda bene.

Ora che il mondo e` scomparso posso finalmente amare nel modo in cui ho sempre voluto fare.

L’amore che diparte dal mio petto e` come un’onda e si libra nell’aria come il suono di un sax, coinvolge tutti i presenti fino a raggiungere l’interessato. Tutti hanno assistito alla magia e potranno rifarla tra di loro. Ecco la mia nuova parola, detta sottovoce cosi` che tutti possino sentirla.

Arrendetevi anche voi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: